Blog

“IO PRIMA DI ME”, una poesia di Eva Alfinito

By | 2019-10-25T13:24:12+01:00 Ottobre 25th, 2019|La finestra del poeta|

IO PRIMA DI ME Ogni istante di questa vita che si dimena dentro le ossa e mi sussurra nel sangue come una primavera di emozioni io l'ho vissuto già fuori di me, fuori dal tempo, in un'aurora antica del sentire, quando il significato delle cose mi fu palese come una scoperta. Mi affaccio al mondo

“SETTEMBRE”, una poesia di Sonia Barsanti

By | 2019-10-02T19:43:24+01:00 Ottobre 2nd, 2019|La finestra del poeta|

SETTEMBRE Settembre sui campi rigonfi di sentore di fichi maturati in fretta nel sole che si smorza. Settembre nel vespro che s’inchina su terre baciate da un’estate che sfiorisce e tace. Un soffio d’ancestrale memoria scioglie i canti di cicale e l’odore di menta li disperde altrove. Settembre sul mare che si svela. Nei lidi

Cinque poesie di Simona Elia

By | 2019-09-03T11:44:18+01:00 Settembre 3rd, 2019|La finestra del poeta|

Tramonto sulla "Tana degli Arabi" (La Rabatana di Tursi) Oggi sono sfinge di terra arsa. Muovo ponti di luce. Nuda sulla terra. Trattengo d’un fiato la volta che ruota attorno al mio viaggio. Ho geografie di pietra arrampicate sugli occhi. Visioni meticciate di rotte: cripta per Cristo e per briganti, fossile d'altare a Maometto, la Rabatana,

“DESTINO”, una poesia di Sonia Costa

By | 2019-08-30T15:56:02+01:00 Agosto 30th, 2019|La finestra del poeta|

DESTINO Se avessi imparato a vivere anziché scrivere forse non sarei come sono affamata di suggestione di bellezza di passione intenta a trascorrere il tempo prendendomi a morsi il cuore ma col bollore nel sangue cammino compiendo il destino che solo vedrò nei miei occhi in eterno.

Da “TURBATIVA DI INCANTO”, di JOLANDA INSANA

By | 2019-04-08T12:28:38+01:00 Aprile 8th, 2019|L'angolo del lettore|

-Da "L'idiota sottostante"   Animale è l’amore ma tu segui gli spacciatori di oracoli e intendi che animale è ogni affetto sicché deragli e ti schianti scimunita e incapace di saziare sete e fame contemporaneamente mangi e però sei assetata bevi e però sei affamata immusonita davanti al doppio portale l’avesse detto l’amica mia più

“È TUTTO VERDE” DI D. F. WALLACE: evocativo e malinconico racconto sull’incomunicabilità

By | 2019-03-29T18:20:05+01:00 Marzo 29th, 2019|L'angolo del lettore|

Lei dice non mi importa se mi credi o no, è la verità, poi tu credi pure a quello che ti pare. Quindi è sicuro che mente. Quando è la verità si fa in quattro per cercare di farti credere a quello che dice. Perciò sento di non avere dubbi. Si rasserena e guarda dall’altra

“INVITI SUPERFLUI” DI DINO BUZZATI: soliloquio d’amore (e rimpianto) in prosa poetica

By | 2019-11-09T10:33:28+01:00 Marzo 27th, 2019|L'angolo del lettore|

Vorrei che tu venissi da me una sera d’inverno e, stretti insieme dietro i vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme senza saperlo. Per gli stessi sentieri fatati passammo infatti tu ed io, con passi timidi, insieme andammo attraverso le foreste piene di lupi,

L’amata (e l’amante) di Pedro Salinas

By | 2019-11-09T10:28:48+01:00 Marzo 21st, 2019|Critica letteraria|

di Sonia Costa La commossa e mutevole etopea dell’amata, centrale nella poesia di Pedro Salinas degli anni ‘33-‘38, ha procurato non poco imbarazzo alla critica, divisa tra chi, giudicando le esperienze narrate in versi individuate e non (sempre) emblematiche, ha voluto vedere nel Tu femminino un’identità determinata, e tra chi invece ha scartato con forza